image2

Background teorico solido

Il nostro team si avvale della partnership con i ricercatori della Yale University che per primi hanno definito il concetto d’intelligenza emotiva, leader mondiali della ricerca sul tema

image2

Strumenti evidence-based

Tutti gli strumenti PERWORK sono basati sulle evidenze scientifiche

image2

Formazione esperienziale

I nostri workshop sono veri e propri laboratori dove attraverso l’esperienza è possibile acquisire e consolidare competenze da valorizzare in Azienda 

image2

Game

Un clima positivo, coinvolgente e divertente favorisce concentrazione e apprendimento, per questo proponiamo, anche per i corsi più classici come quelli sulla sicurezza, giochi d’aula!
image2

Location

Per la formazione outdoor scegliamo ambienti che possano ispirare e coinvolgere i partecipanti. Anche nella formazione indoor curiamo molto la preparazione dell’aula, integrando elementi artistici (per esempio, musica) e gustosi minicatering

image2

Costruzione strumenti ad hoc

Il team PERWORK include ricercatori altamente specializzati in grado di costruire strumenti di misurazione specifici, validati ad hoc per la tua Azienda

image2

Verifica dell’efficacia

Spesso in formazione si misura il gradimento e la verifica dell’apprendimento ma ancora più rilevante è verificare l’efficacia dell’intervento effettuato

image2

Approccio multidisciplinare

Le Organizzazioni rappresentano realtà complesse che richiedono un approccio eclettico. Il nostro team comprende professionisti specializzati in diversi settori.

image2

Modalità di erogazione servizi

I nostri training possono essere erogati, sia in Italia che all’estero, in lingua italiana e inglese, in modalità indoor, outdoor e online

image1

Formazione finanziata

I progetti di formazione PERWORK sono finanziabili grazie all’utilizzo delle risorse dei fondi interprofessionali…

Con l’adesione ai fondi interprofessionali, Fondimpresa e Fondirigenti, ogni Organizzazione ha a propria disposizione un conto di formazione aziendale costituito dal 70% degli accantonamenti accumulati sulla base dei contributi versati a Fondimpresa e Fondirigenti (in base alla Legge 388/2000 le aziende possano infatti destinare ad un fondo interprofessionale lo 0,30% dei versamenti mensili dovuti all’INPS per ogni dipendente). 

Ogni Azienda ha libero accesso alle risorse del proprio conto formazione che possono essere investite per potenziare lo sviluppo delle competenze dei dipendenti e accrescere la competitività dell’Organizzazione grazie a un piano di formazione continuo e sempre aggiornato.

I fondi interprofessionali coprono ogni costo accessorio relativo alla formazione (progettazione, docenza, coordinamento, rendicontazione, eventuali spese di trasferta e vitto dei partecipanti, gestione piano formazione, etc.).

L’adesione ai Fondi è volontaria, gratuita e revocabile.

Se la tua Azienda è iscritta a Confindustria Firenze, potrà ricevere il supporto di COSEFI per la gestione delle attività di accesso e rendicontazione dei progetti formativi PERWORK, secondo quanto previsto dai regolamenti dei fondi interprofessionali.

Richiedici maggiori informazioni, sapremo indicarti le migliori soluzioni per finanziare il tuo percorso formativo!

image1

Sgravi fiscali Ricerca & Sviluppo

Le Aziende che applicano interventi PERWORK di Ricerca & Sviluppo possono godere di un credito d’imposta del 50%…

PERWORK è una divisione di PERLAB, società spin-off dell’Università di Firenze, attiva nel campo della ricerca scientifica e realizza per i propri clienti progetti personalizzati per migliorare i processi aziendali e le performance lavorative e produttive che, qualora ve ne siano i requisiti, possono pertanto rientrare negli investimenti agevolabili con il credito di imposta in R&S.

Agevolazioni:

Credito d’imposta del 50% su spese incrementali in Ricerca e Sviluppo, riconosciuto fino a un massimo annuale di 20 milioni di €/anno per beneficiario e computato su una base fissa data dalla media delle spese in Ricerca e Sviluppo negli anni 2018-2020. 

Il credito d’imposta spetta fino a un importo massimo annuale di 5 milioni per ciascun beneficiario ed è riconosciuto a condizione che la spesa complessiva per investimenti in ricerca e sviluppo effettuata in ciascun periodo d’imposta in relazione al quale si intende fruire dell’agevolazione ammonti almeno a 30.000 euro.

Sono agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale: costi per personale altamente qualificato e tecnico, contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali.

  • Sono classificabili nella ricerca fondamentale i lavori sperimentali o teorici svolti, aventi quale principale finalità l’acquisizione di nuove conoscenze sui fondamenti di fenomeni e di fatti osservabili, senza che siano previste applicazioni o utilizzazioni pratiche dirette.
  • Sono classificabili nella ricerca industriale le attività di:
    1. ricerca pianificata o indagini critiche miranti ad acquisire nuove conoscenze, da utilizzare per mettere a punto nuovi prodotti, processi o servizi o permettere un miglioramento dei prodotti, processi o servizi esistenti;
    2. creazione di componenti di sistemi complessi necessaria per la ricerca industriale, in particolare per la validazione di tecnologie generiche, ad esclusione dei prototipi di cui alla definizione successiva.
  • Sono classificabili nello sviluppo sperimentale le attività di: acquisizione, combinazione, strutturazione e utilizzo delle conoscenze e capacità esistenti di natura scientifica, tecnologica, commerciale allo scopo di produrre piani, progetti o disegni per prodotti, processi o servizi nuovi, modificati o migliorati.
image1

Formazione sulla sicurezza

I workshop PERWORK sono validi per la formazione e l’aggiornamento in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro…

L’art. 37 del D.Lgs 81/08 prevede che il Datore di lavoro assicuri a ciascun lavoratore una formazione sufficiente ed adeguata in materia di salute e sicurezza (Accordo Stato-Regioni del 21 Dicembre 2011).La formazione dei lavoratori, dei dirigenti e dei preposti andrà inoltre periodicamente aggiornata nell’arco di 5 anni.    I corsi di formazione e aggiornamento in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro possono essere erogati anche in modalità e-learning (in base ai settori della classe di rischio potranno essere necessari moduli integrativi in aula).